Lisbona: cosa vedere in 3 giorni nella capitale del Portogallo

Sicuramente, oltre ad aver sentito parlare dello Sporting Lisbona o del Benfica e sapere che Cristiano Ronaldo è portoghese, saprete che il Portogallo è stato una potenza navale e che la sua lingua, il portoghese, è parlato da milioni di persone in tutto il mondo ed è una lingua ufficiale in vari Paesi come Brasile e Angola.

La capitale del Portogallo è Lisbona. Come molte capitali europee, anch’essa è una città ricca di storia e di luoghi da visitare, quindi, se si hanno pochi giorni a disposizione per le vacanze, la cosa migliore sarà quella di organizzare bene il viaggio e tener ben presente cosa visitare nel nostro breve periodo di vacanza prima della partenza.

  • COSA VEDERE A LISBONA IN 3 GIORNI? 

In questo post vi daremo consigli e informazioni utili dei luoghi da visitare, orari e prezzi delle attività e principali attrazioni secondo l’esperienza da noi vissuta in questa splendida città. Vi indicheremo possibili percorsi da seguire anche se, chiaramente, la cosa migliore è che ognuno di voi decida come gestire il tempo che ha a disposizione.

TRASPORTI PUBBLICI A LISBONA

Come si arriva dall’aeroporto di Lisbona alla città (centro)?

Mappa della metropolitana di Lisbona

Il modo più economico per arrivare a Lisbona dall’aeroporto è la metropolitana. La tessera “VIVA VIAGEM” la potrete comprare allo sportello d’informazione all’entrata della metropolitana dell’aeroporto e vi costerà 0,50 €. E’ una tessera ricaricabile individuale, sarà possibile ricaricarla per tutta la vostra permanenza. Ogni persona dovrà acquistarne una propria.

Un viaggio normale dall’aeroporto a qualsiasi fermata della metro vi costerà 1,45€ della tessera riutilizzabile. Terreiro do Paço e Santa Apolonia sono fermate della metropolitana vicine ad Alfama.

Se avete dei dubbi, i lisbonesi, in generale, parlano differenti lingue e sono abituati a dare informazioni ai turisti, ciò nonostante c’è da dire che non sono particolarmente locuaci e, molte volte, vi succederà di fare lunghe file per molte cose.

IL QUARTIERE DELL’ ALFAMA

Avendo poco tempo a disposizione, la cosa migliore è iniziare a visitare la città per zone. L’alloggio a Lisbona: molte persone prenotano gli hotel in centro. Ultimamente però in alcuni siti web come Booking si possono trovare appartamenti ad Alfama, il quartiere più antico della città. La tassa di soggiorno in Portogallo è di 1 € a notte fino a un massimo di 7 € a persona indipendentemente dalla durata del vostro soggiorno (i minori di 13 anni sono esenti da questa tassa).

N.B.: Il quartiere di Alfama è in realtà un chiaro esempio di gentrificazione: con l’aumento del turismo di massa e la liberalizzazione dei canoni d’affitto, il quartiere da popolare si è via via trasformato in zona abitativa di pregio e i vecchi residenti si sono “dovuti” trasferire. Alfama è vittima della globalizzazione e della totale mancanza di regole dei paesi in materia di alloggi  e protezione dei vecchi quartieri tradizionali che formano l’anima delle città. I grandi e piccoli investitori vedono ormai negli affitti per turisti una nuova forma di guadagno. Questo però a discapito dell’anima e dell’essenza stessa del quartiere, del tessuto sociale e delle piccole attività che vanno a scomparire. Accecati dai benefici a breve termine che porta il turismo di massa, sembrano ignorare l’enorme danno che stanno facendo alla città ed ai suoi quartieri tradizionali. Alla fine Alfama è un quartiere pieno di turisti e case turistiche. Nulla di ciò che era e che significava pochi anni fa, prima del boom turistico di cui sta godendo la città.

I MIRADOURES DI LISBONA

Molte persone alloggiano nel quartiere antico di Alfama proprio come abbiamo fatto noi. Da qui abbiamo iniziato a passeggiare per le sue stradine fino a raggiungere il Miradouro de Santa Luzia da cui si può ammirare una vista spettacolare di Alfama:

La città è piena di salite e discese, quindi preparate i vostri polpacci e le vostre gambe perché le eserciterete molto. Da tenere quindi in considerazione per le famiglie che vogliono visitare Lisbona con bambini piccoli.

Se il meteo ve lo permette, approfittate e godetevi le fantastiche e numerose terrazze panoramiche della città che offrono delle viste incredibili. A nostro parere, anche se noi non abbiamo avuto il meteo dalla nostra parte, la miglior terrazza panoramica di Lisbona è il Miradouro de Nossa Senhora do Monte:

Ci sono altre terrazze panoramiche come il Miradouro Sophia de Mello Breyner Andresen, molto simile a quello de Nossa Senhora do Monte. Oppure la terrazza panoramica più underground di tutte, il Miradouro de Santa Catarina nel quartiere alto:

SÉ DE LISBOA (LA CATEDRALE DI LISBONA)

Scendendo dal Miradouro de Santa Luzia verso la Cattedrale di Lisbona chiamata Sé de Lisboa sicuramente incrocerete il Tram numero 28 lungo uno dei suoi tradizionali percorsi tra le viuzze di Alfama.

Nota: fino al 2019 il chiostro della cattedrale sarà chiuso al pubblico per lavori.

PLAÇA DO COMÉRCIO

Se continuiamo scendendo lungo la via si arriva facilmente a la Plaça do Comércio (Piazza del Commercio) o Terreiro do Paço, una delle piazze più simboliche della città. Qui si trova l’Arco Triunfal da Rua Augusta, che è l’entrata principale alla Parte baja, il quartiere centrale tra Alfama e il Quartiere Alto, conosciuto in portoghese anche come Baixa. Di fronte a questa piazza c’è una piccola spiaggia con vista al Tajo e al maestoso Ponte del 25 d’aprile.

Se volete, è possibile salire sull’Arco per 2,50€ a persona e godere della bellissima vista della via Augusta e della città.

PRAÇA DA FIGUEIRA & PIAZZA DEL ROSSIO

Se percorriamo la via Augusta in direzione nord arriveremo fino alle Praça da Figueira e Piazza del Rossio, non senza aver fatto prima una piccola sosta al famoso ascensore di Lisbona o Elevador de Santa Justa.

ASCENSORE DI SANTA GIUSTA

L’Ascensore di Santa Giusta (Elevador de Santa Justa) è una struttura molto famosa, eretta più di 100 anni fa. E’ alta 45 metri e costruita principalmente in ferro. Collega la Via di Santa Justa con il Largo do Carmo, nel Quartiere Alto. Il prezzo dell’ascensore è di 5,15€ a persona e da la possibilità di effettuare due viaggi ed accedere alla terrazza panoramica. Si può utilizzare l’Elevador anche con la tessera “Viva Viagem”, purchè sia carica, spendendo meno.

CONVENTO DO CARMO

Noi abbiamo deciso di farlo a piedi visto il poco tempo a nostra disposizione e la lunga fila di attesa. Salendo al Bairro Alto ci sono diversi luoghi da visitare come la Chiesa del Convento do Carmo: una chiesa che ha più di 700 anni che è rimasta in rovine a causa del terremoto del 1755. Il prezzo dell’entrata è di 4 € (per gli studenti è di 3 €, per i minori di 14 anni l’entrata è gratis).

BAIRRO ALTO: PRAÇA LUIS DE CAMÔES

Una volta che ci si trova nel Bairro Alto sarà possibile perdersi tra le sue stradine e passare per la trafficata Praça Luis de Camôes. È proprio in questa zona che possiamo trovare molta vita notturna, visto che i lisbonesi ,dopo cena, si riversano in questo quartiere per bere qualcosa in compagnia.

ELEVADOR DA BICA

In questo zona si trova l’Elevador da Bica, la più famosa e fotografata funicolare della città. Potete quindi immaginare come possa essere quasi impossibile fotografarla da sola senza turisti. Il prezzo della corsa con la funicolare è di 3,70 €. L’orario è continuato dalle 7:00 alle 21:00 a parte la domenica e i festivi che iniziano alle 9:00. In realtà il prezzo è un po’ esagerato visto che il percorso è molto molto breve.

MIRADOURO DE SANTA CATARINA

Scendendo lungo la Rua Da Bica de Duarte Belo a destra si trova una scalinata che porta al Miradouro de Santa Catarina che abbiamo citato prima. E’ una zona frequentata da giovani un po’ alternativi, dove facilmente si può ascoltare musica dal vivo. La presenza di molte persone in compagnia dei loro cani, che bevono e fumano, potrebbe dare l’impressione di una zona poco sicura.

CAIS DO SODRÉ: MERCADO DA RIBEIRA (TIME OUT MARKET OF LISBON)

Scendendo lungo la via si arriva fino a Cais do Sodré, una zona piena di vita, frequentata da giovani durante la notte. Qui si trova il Mercado da Ribeira o Time Out Market of Lisbon, un luogo molto frequentato dove si possono trovare e degustare diversi tipi di cibo. Pranzare o cenare è leggermente più caro rispetto alla media.

A pomeriggio inoltrato, con il tramonto che bussava alla porta, abbiamo preso la barca dalla stazione di Cais do Sodré e per lo stesso prezzo di un viaggio con la metropolitana, utilizzando la tessera “Viva Viagem” che è possibile ricaricare in stazione, e siamo andati fino alla stazione di Cacilhas ad Almada. Da qui si può godere di una favolosa vista panoramica di Lisbona.

CACILHAS: LA MIGLIORE VISTA DI LISBONA

Il tragitto da Cais do Sodré a Cacilhas dura circa 15 minuti. Vi consigliamo di camminare lungo la costa fino ad arrivare alla zona dei ristoranti Atira-te ao rio e Ponto final. Questo luogo è poco conosciuto, e non è molto frequentato dai turisti. Vi raccomandiamo di non dirlo a nessuno altrimenti si trasformerà nell’ennesima bolgia di gente. 😛 Da questo punto della città il tramonto di Lisbona con il Ponte 25 Aprile sullo sfondo è incredibile. Se volete fermarvi a cena in uno dei ristoranti in zona sappiate che anche qui i prezzi sono leggermente più alti rispetto alla media. Ah! Dimenticavamo: la caipirinha a Lisbona è molto buona!

Importante, se vi siete fermati a cena fate attenzione al ritorno verso la stazione del traghetto perché le strade sono prive di illuminazione e si ha la sensazione di poca sicurezza.

A poca distanza si trova Almada che si può raggiungere salendo con l’ascensor Boca do Vento. Il paesino di per se non offre molto, ma da qui si può ammirare Lisbona dall’alto. La corsa in ascensore, andata e ritorno, costa 1 € che si paga direttamente in ascensore.

TRAM 28 LISBONA

Se un giorno decidete di alzarvi presto, andate fino alla Piazza di Martim Moniz dove si trova il capolinea del Tram numero 28 o come viene chiamato dai lisbonesi “Eléctrico”. È il famoso tram di Lisbona che porta i passeggeri attraverso le zone più belle di Alfama. Il prezzo della corsa è di 2,9 €. Le corse cominciano alle 7 del mattino. Il nostro consiglio, se avete intenzione di farci un giro, è di farlo alle prime ore del mattino perché poi viene preso letteralmente d’assalto e si viaggia stipati come in una scatola di sardine.

Essendo un’attrazione molto famosa e frequentata, si possono trovare spesso lunghe code d’attesa e se il tram è troppo pieno non si riesce a godere appieno il percorso. Per questo motivo abbiamo deciso di non salire sul Tram 28 anche se a Lisbona è un must. Abbiamo ripiegato su un tram meno affollato in altri quartieri della città.

FEIRA DA LADRA: IL MERCATO DELLE PULCI DI LISBONA

Se nonostante tutto avete deciso di prendere il Tram 28, la corsa termina vicino al Pantheon di Lisbona, dove al suo intorno da martedì a sabato si può visitare il mercatino delle pulci chiamato Feira da Ladra. Un mercatino dove la gente vende di tutto e di più. È molto particolare da visitare e potrete approfittarne per comprarvi un souvenir di Lisbona.

CASTELLO DI SAN JORGE

Da questa zona, camminando in direzione ovest, attraverso un dedalo di viuzze si arriva al Castello di San Jorge che domina la città di Lisbona. Il prezzo dell’entrata è di 8,5 € (studenti minori di 25 anni 5 € – per i bambini minori di 10 anni l’entrata è gratuita). Il castello in se non offre molto, apparte la vista della città dai suoi terrazzamenti. Se non avete molto tempo a disposizione e non volete spendere troppi soldi, meglio evitare questa visita.

MONASTERO DEI GERONIMITI & MONUMENTO DELLE SCOPERTE / TORRE DI BELÉM

Se avanzate qualche ora di tempo, vi consigliamo di andare a visitare la zona del Monastero dei Geronimiti. Un’imponente costruzione che rispecchia le ricchezze che portarono le esplorazioni e le colonie portoghesi sparse nel mondo. Questa zona è situata ad est del ponte 25 Aprile e si può raggiungere con il tram o l’autobus. Noi però, visto il poco tempo a nostra disposizione, decidemmo di prendere un taxi. La corsa, da piazza del Commercio al Monastero dei Geronimiti, costa circa 5-6€. In questa zona si trovano inoltre la famosa Torre di Belém e il Monumento delle Scoperte (Padrao dos Descobrimientos). Tutti e due i monumenti sono aperti al pubblico. I biglietti d’ingresso costano rispettivamente 6€ per la Torre e 5€ per il Monumento.

ANTICA PASTICCERIA DI BELÉM

A questo punto, dopo tutte queste ore di visite e cammino, ci sentiamo di consigliarvi una piacevole pausa alla famosa Pasticceria Pastéis de Belém. Qui dovete assolutamente assaggiare il loro pasticcino di panna accompagnato da un caffè (1,10€ per il dolce e poco meno di un euro per il caffè primgado/caffè macchiato). Vista la notorietà del locale è molto probabile che troviate la fila, ma l’attesa non sarà lunga e ne vale assolutamente la pena perché i pasticcini sono fatti artigianalmente da loro (hanno il laboratorio sul retro del locale) e il caffè è buonissimo.

LX FACTORY E LA STREET ART LISBONESE

Poco lontano da qui, dopo una breve camminata, si giunge al LX Factory, una sorta di quartiere dallo stile molto alternativo che ospita diversi ristoranti e negozi con un tocco berlinese, pieno di graffiti e murales originali. Si trova esattamente sotto il Ponte 25 Aprile e, oltre ad ospitare laboratori d’idee, si possono trovare dei locali molto particolari ed incantevoli come la Libreria Ler DevagAr, stracolma di libri dove i giovani si ritrovano a leggere e bere un caffè, dove la luce tenue e soffusa crea un ambiente molto bohémien.

Vi si trova anche il bar-ristorante Ria Maravilha con un Rooftop bar molto speciale, con vista sul fiume Tajo e al Ponte 25 Aprile. La donna con le braccia estese situata nella terrazza è diventata il simbolo del luogo. Per accedere alla terrazza si deve entrare dal portone situato prima della Sushi Factory e salire fino all’ultimo piano dell’edificio. Risalendo le scale sembra di trovarsi sul set di un film di zombi. Il locale apre alle 12,30 ed i prezzi delle consumazioni non sono particolarmente economici.

Girando per le strade della città ci ha colpito molto la Street Art Lisbonese, murales molto originali che rappresentano il Fado, la Rivoluzione dei Garofani etc. etc. ma non solo. Anche le vie, le varie terrazze panoramiche, la caratteristica architettura della città vi cattureranno.

Questo è quanto siamo riusciti a visitare di Lisbona. Per mancanza di tempo non siamo riusciti a visitare il Parco delle Nazioni, luogo che ospitò l’Expo Mondiale del 1998 e dove si trova la Stazione d’Oriente un progetto del famoso architetto Santiago Calatrava.

Oltre a Lisbona ci siamo presi una mezza giornata per visitare Sintra e cosí visitare il Palazzo do Pena e il Palazzo de Regaleira con il suo curioso parco. La visita ne è valsa veramente la pena. Oltretutto non dista molto visto che si trova sempre nel distretto di Lisbona. Nel nostro post sulla visita a Sintra potrete informarvi sugli orari e come andare da Lisbona a Sintra.

CONSIGLI UTILI PER VIAGGIARE A LISBONA
 


  • Ascoltare il Fado dal vivo a Lisbona?

Lisbona è famosa per la sua tradizionale musica, il Fado. Il Fado è molto bello ed ascoltarlo dal vivo è qualcosa di appassionante, che ti cattura. Ma scegliete con cura il locale dove cenare ascoltando il Fado . Ne troverete parecchi nello storico quartiere di Alfama. Ce ne saranno alcuni in cui lo spettacolo e la cena varranno il prezzo che pagherete, altri invece in cui cena e spettacolo saranno di bassa qualità. Prima di sceglierne uno informatevi molto bene. Se non conoscete il Fado qui di seguito troverete un link con una canzone interpretata da Carminho che a noi piace particolarmente:

  • Lisbona è una città sicura?

Lisbona, mediamente, non è una città pericolosa. Ad ogni modo, come in una qualsiasi grande città, bisogna fare attenzione, soprattutto di sera. Non si sa mai chi si può incontrare. Vi potrà capitare, in pieno giorno e in mezzo alla folla, che qualcuno vi offra della droga senza farsi troppi problemi nel mostrarvela. Fate particolarmente attenzione agli scippatori, soprattutto sul famoso Tram 28.

  • Cosa e dove mangiare a Lisbona?

I prezzi a Lisbona nella maggior parte dei ristoranti sono generalmente più bassi rispetto a quelli di qualsiasi altra capitale europea. Ciò nonostante, essendo comunque una città molta turistica, i prezzi non sono comunque molto economici. Per un pranzo o una cena si spendono mediamente 20-25 € a persona. Come in qualsiasi ristorante molto dipende da quello che si prende: il bere ed i dessert come il Molotov di caramello, Riso dolce, Bola de Berlim o Queijadas (tipiche di Sintra) accompagnati da qualche liquore portoghese come la ginjinha e la amêndoa amara (simile al nostro Amaretto italiano) possono incidere molto sul conto finale. Se state pensando cosa poter mangiare in Portogallo non c’è niente di più tipico del baccalà, per questo motivo ci sono molti posti che offrono differenti piatti a base di baccalà come quello della foto qui di seguito fatto di mayonese e purè di patate (abbastanza pesante).


In Portogallo il baccalà viene cucinato in molti modi differenti. Per mangiare senza spendere eccessivamente a Lisbona vi possiamo consigliare il ristorante Paladarium (dove viene servito un piatto vegetariano delizioso) situato a Largo Chao do Loureiro / Rua da Madalena vicino al supermercado Pingo Doce oppure quello molto più turistico e frequentato, Príncipe do Calhariz.

ATTENZIONE! È molto tipico nei ristoranti che vi vengano serviti formaggio, affettati, pane, burro, olive ecc. senza averli ordinati, o che li troviate già sul tavolo ancora prima di sedervi a tavola. Per molti turisti potrebbe sembrare una specie di “tapa” di cortesia da parte del ristorante, però non è così. Se non volete trovarvi sul conto una sgradevole sorpresa, la cosa migliore è che fin da subito diciate al cameriere che non desiderate questa specie di aperitivo e fatelo portare via.

Lisbona: cosa vedere in 3 giorni nella capitale del Portogallo
5 (100%) 17 votes
Tags from the story
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.