Route 66: l’avventura inizia a Chicago

Dopo diverse ore di volo con sosta e trasbordo ad Atlanta siamo arrivati finalmente a Chicago, abbiamo preso gli zaini, noleggiato un’auto e, finalmente, ha avuto inizio la nostra avventura!

Itinerario: Chicago – Joliet – Pontiac – Springfield (Illinois)

Molte persone hanno dubbi sul noleggio d’auto per la Route 66. Ci sono diversi tour organizzati che offrono auto americane per percorrere la Route 66 in un modo più autentico: le più richiesti sono la Chevrolet Camaro e la Ford Mustang. Inoltre, è possibile percorrere la Route 66 in moto, alla Easy Rider. Ad ogni modo, per comodità, noi abbiamo noleggiato un SUV da una compagnia di autonoleggio direttamente all’aeroporto di Chicago (abbiamo organizzato tutto da casa per evitare qualsiasi tipo di sorpresa dell’ultima ora) e l’abbiamo riconsegnata all’Aeroporto di San Francisco. Se avete ulteriori domande potete visitare il nostro post iniziale su come organizzare il viaggio per la Route 66.

ITINERARIO ROUTE 66

Dove inizia la Route 66? La storica Route 66 inizia qui, a Chicago e finisce a Santa Monica, Los Angeles. Abbiamo potuto quindi visitare la mitica città dello Stato dell’Illinois bagnato dal gigantesco lago Michigan. Ed è proprio qui che inizia il nostro viaggio, la nostra prima tappa lungo la Route 66.

  • Cosa visitare a Chicago?

LA TORRE WILLIS

La Torre Willis è il grattacielo più alto di Chicago con 442 metri di altezza. È un edificio emblematico della città poiché, appena ultimato, è stato l’edificio più alto del mondo, adesso invece è il terzo grattacielo più alto d’America. Per salirci bisogna pagare la modica cifra di ben 23 dollari a testa (circa 20€). C’è da dire ad ogni modo che arrivati in cima al grattacielo si viene ripagati da una vista che lascia a bocca aperta. Anche se il costo del biglietto può risultare elevato ne vale sicuramente la pena.

LINCOLN PARK

Vicino al Distretto Finanziario, costeggiando il litorale del lago Michigan, possiamo fare una passeggiata attraverso l’enorme Lincoln Park, il parco urbano pubblico più grande di Chicago. La passeggiata è piacevole ed il parco di solito ospita eventi di diverso tipo. Nel caso in cui non vi fosse nessun evento è comunque sempre divertente vedere le decine di corridori e ciclisti che si allenano con le loro attrezzature e apparecchi tecnologici ultra moderni.

CATTEDRALE DI CHICAGO

La Cattedrale di Chicago, chiamata Cattedrale del Santo Nome o Holy Name Cathedral in inglese, ha più di 150 anni e si fa notare non solo per la sua architettura gotica inserita tra gli edifici moderni, ma anche perché, nonostante le sue dimensioni (può contenere infatti 2000 persone) sembrano minuscole rispetto ai grattacieli che la circondano.

BOAT TOUR LUNGO IL FIUME CHICAGO

Vi consigliamo di fare una gita in barca lungo il Fiume Chicago. Questo fiume è iconico per la città visto che l’attraversa ed è circondato dagli alti grattacieli e numerosi ponti. Durante il tour vi spiegheranno la storia di molti edifici e sicuramente riuscirete a riconoscerne alcuni che compaiono in numerosi film quali Batman di Christopher Nolan.

LA METROPOLITANA DI CHICAGO

Come molti sapranno, la città è inoltre famosa per la sua metropolitana di superficie, imponente costruzione metallica, che viaggia sopra le strade passando tra gli alti grattacieli.

MILLENNIUM PARK

Il Millennium Park o Parco del Millennio è un parco di grandissime dimensioni che raccoglie un’architettura caratterizzata da paesaggi moderni e molto originali che a noi è piaciuto molto. The Bean, the Cloud Gate o portone della nube in italiano, è la scultura più rappresentativa del parco creata dall’artista indo-britannico Anish Kapoor. La struttura è ipnotizzante e ci si può imbambolare per diversi minuti vedendosi specchiati nelle mille forme che si creano nella nube d’acciaio. Il parco offre altri luoghi che vale la pena visitare, come il Jay Pritzker Pavilion, uno spazio dedicato agli spettacoli completamente immerso nel Millennium Park.

NAVY PIER

Se avete tempo a disposizione, merita la pena visitare il Navy Pier di Chicago e godere della piacevole atmosfera di questo centro commerciale/luna park a cielo aperto costruito su di un molo, che regala anche una splendida vista dello Skyline della città.

SCULTURA DI MICHAEL JORDAN

A Chicago inoltre si trova la scultura di bronzo alta 3,7 metri del mitico giocatore di pallacanestro dei Chicago Bulls Michael Jordan, situata nel United Center. Trovandosi un po’ fuori del centro della città, bisogna spostarsi in macchina, o con i mezzi pubblici, per poterla raggiungere.

CHINATOWN DI CHICAGO

Non si può non visitare il quartiere di Chinatown a Chicago prima di partire, che risulta essere una grande via piena di negozi, ristoranti e bazar cinesi, vi sembrerà di trovarvi veramente nel paese asiatico.

  • Dove inizia la Route 66? Ristorante Lou Mitchell’s

Molti si chiedono dove inizia la Route 66. Beh, vi sembrerà strano, ma comincia in un ristorante. E più precisamente presso il ristorante Lou Mitchell’s (the first stop on the Mother Road) situato nella via 565 W, Jackson Blvd, dove, se si vuole, si può mangiare qualcosa e godere del luogo con un atmosfera particolare e caratterizzato di simboli della Route 66.

  • JOLIET

Dopo aver mangiato più grasso di quello desiderato e lasciato qualche dollaro in più di quello che pensavamo, ci siamo diretti verso la nostra prima sosta dopo Chicago: Joliet. Questo piccolo paesino raccoglie un interessante centro visite: il Museo storico della Route 66, pieno di pitture, oggetti e ricordi dell’epoca d’oro della storica Route.

A Joliet si trova inoltre un enorme ponte levatoio attualmente fuori uso. Più avanti passeremo lungo uno di questi mitici ponti che si trovano lungo la Route 66.

Dopo Joliet siamo andati a Pontiac ma non senza prima passare al Launching Pad Drive-In, un ristorante lungo la strada che è una sosta obbligatoria per tutti coloro che percorrono la Route visto che ospita il noto Gemini Giant, una statua storica della Route 66 che si trova proprio all’entrata di Wilmington, nella contea di Will dello stato dell’Illinois. La statua alta quasi 10 metri si trova lungo il nostro cammino ed è considerato un simbolo dei Muffler Man, delle strutture pubblicitarie degli anni 60. Si chiama Gemini Giant in onore del programma spaziale americano Gemini. La statua rappresenta un astronauta che regge tra le mani una nave spaziale.

  • PONTIAC

Pontiac merita una sosta durante il vostro percorso visto che è la città dei graffiti. In questo luogo, che secondo noi è desertico, possiamo godere dei graffiti ambientati nell’età d’oro della Route 66, così come vecchi poster pubblicitari di grandi dimensioni caratterizzati da uno stile classico che attualmente chiameremo vintage ad.



Dopo aver ammirato a lungo le decine di graffiti della città (o meglio paesino?), ci siamo diretti verso la capitale dell’Illinois, Springfield. Si, avete letto bene. La capitale non è Chicago, come molti pensano, ma è Springfield, una città il cui nome è usato da diverse altre città negli gli Stati Uniti. Però questa Springfield è speciale visto che ci ha vissuto Abraham Lincoln. Qui inoltre si trova il Memorial di Abraham Lincoln. Non abbiamo fatto foto del luogo visto che siamo giunti in città a notte fonda. 🙁

La sosta dell’Illinois finisce qui e non rimane altro che fare il pieno di benzina e dirigerci nel Missouri!!


Route 66: l’avventura inizia a Chicago
5 (100%) 2 votes
Tags from the story
, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.