Tangeri, la porta d’ingresso per l’Africa

La città di Tangeri è stata la prima e anche ultima destinazione del nostro tour attraverso il nord del Marocco. Per la sua posizione, molto vicino all’Europa, Tangeri è caratterizzata da uno stile molto internazionale con un grandissimo afflusso di spagnoli e francesi, ma anche di persone provenienti da molti altri paesi europei.

ALLA SCOPERTA DI TANGERI, IL MAROCCO MENO CONOSCIUTO 

Appena sbarcati dal traghetto dalla Spagna, ci si rende conto che la città ha subito un forte processo di modernizzazione, grazie anche agli investimenti da parte degli Emirati Arabi, che hanno reso la zona portuaria e il lungomare rinnovati completamente. Vicino al porto all’arrivo si può ammirare la fortezza portoghese, qui al nostro arrivo, c’erano i preparativi per l’inaugurazione di una nuova moschea in stile moderno appena costruita.

Inoltrandosi nel labirinto della Medina, ci si rende conto che la città è piena di vita, con un enorme afflusso di gente. La gente del posto è molto ospitale e non ci pensa due volte ad aiutarti o ad indicarti la strada per raggiungere il tuo hotel. Vi consigliamo comunque di comunicare all’hotel l’orario di arrivo in modo tale da farvi venire a prendere per evitare di girovagare inutilmente nelle innumerevoli stradine della città. Noi alloggiammo nell’Hotel Dar Souren. Ottimo servizio, e colazione magnifica da consumare sulla terrazza. Particolarmente ospitale il proprietario dell’hotel, un signore francese, molto disponibile e gentile.

LA MEDINA DI TANGERI

Dopo aver visitato diverse località nel nord del Marocco possiamo dire che Tangeri è una delle città dove ci siamo sentiti più a nostro agio. Da proprio l’idea di essere una città sicura, molto bella e con un’incredibile armonia tra le due diverse parti della città, quella nuova e quella storica. La Medina di Tangeri detta anche città antica di Tangeri si distingue per la sua strategica posizione nella zona più alta della città, caratterizzata da strettissime stradine che trasformano la Medina in un labirinto dove è molto facile perdersi.

Arrivammo a Tangeri abbastanza affamati, decidemmo quindi di fermarci in un tipico locale dove ci servirono pure del thè tipico marocchino con menta gustato insieme ad un ottimo pane appena fatto con miele per soli tre Dirham. Per i piccoli acquisti, la cosa migliore è avere con sé spiccioli e cambio in Dirham. (Se volete ulteriori consigli potete dare un’occhiata alla nostra guida sul Marocco).

ZOCO CHICO, PIAZZA DEL 9 APRILE & CINEMA RIF

All’interno della Medina piena di vicoli, bazar, e locali di ogni tipo potrete raggiungere la caratteristica piazza Petit Socco conosciuto anche come Zoco Chico, una piccola piazza di stile spagnolo circondata da caffetterie e piccoli hotel. Nonostante questa piazza sia un punto di ritrovo per molte persone del posto, il luogo centrale della città è la Piazza del 9 aprile o Grand Socco (piazza grande) che offre una serie di bei posticini dove poter mangiare e negozi che arrivano fino all’interno della Medina. In questa piazza si trova inoltre il Cinema Rif, un simbolo della cultura del Rif e un riferimento per gli amanti del cinema.

TERRASSE DES PARESSEUX

La città nuova, con poco interesse turistico, è caratterizzata da edifici, grandi hotel e negozi. Abbiamo fatto una passeggiata lungo le immense strade della città nuova di Tangeri soprattutto per raggiungere la Terrazza dei Pigri o Terrasse des Paresseux che ha una bellissima vista sulla Medina, sullo stretto di Gibilterra e se il tempo lo consente si può vedere perfino la Spagna.

DOVE MANGIARE A TANGERI?

Vi raccomandiamo il Ristorante Rif Kebdani, buon servizio, ottima cucina tradizionale marocchina e un buon rapporto qualità prezzo.

Molti turisti decidono di andare a visitare Capo Spartel per il fatto che si trova a soli 12 km ad ovest di Tangeri. Noi però decidemmo di visitare altri luoghi della costa atlantica come ad esempio Asilah, dato che avevamo ancora pochi giorni a disposizione.

Tangeri, la porta d’ingresso per l’Africa
5 (100%) 15 votes
Tags from the story
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.