Tetouan: la città bianca tra le montagne del Rif

Tetouan è una città del nord del Marocco che si trova a un’ora e mezza di macchina da Tangeri. (Per maggiori informazioni su come guidare in Marocco con un’auto in noleggio, potete dare un’occhiata alla nostra “guida e consigli utili per viaggiare in Marocco”). La città di Tétouan non è eccessivamente grande e in una mattinata è possibile visitarla senza problemi. Se vi farete accompagnare da una guida sarà molto più semplice ed è molto meglio andare con qualcuno che conosca bene la città e il labirinto di strade strette della Medina di Tetuan piuttosto che avventurarsi da soli perdendo anche un sacco di tempo cercando di trovare i punti d’interesse.

MAROCCO: VISITARE TETOUAN 

Inizialmente avevamo deciso di visitarla per conto nostro ma non appena arrivati in città, un insistente signore ha iniziato a guidarci e alla fine abbiamo fatto la visita della città con lui, e per fortuna altrimenti ci saremmo persi più di una volta e non avremmo mai trovato ciò che volevamo vedere. Era una persona intelligente e molto gentile che ha saputo raccontarci un sacco di cose sulla città.










CONSIGLI PRIMA DI PARTIRE PER TETOUAN

Dovete fare attenzione se una guida vi porti a visitare negozi o ad entrare in un ristorante, siate prudenti e non cadete nella tipica trappola per turisti dove cercheranno in tutti i modi di vendervi prodotti tipici come l’olio di Argan, spezie, prodotti naturali per la pelle ecc., o portarvi nel tipico ristorante marocchino in una terrazza della Medina che alla fine costa 3 volte il prezzo normale. Se volete potete lasciare le cose chiare prima che inizi la visita (noi ve lo consigliamo!!).

PIAZZA HASSAN II (PALAZZO REALE)

Abbiamo iniziato il tour visitando alcune viuzzole affolate della città fino ad arrivare alla Piazza Hassan II, dove si trova il Palazzo Reale che, ad essere sinceri, non offre molto da vedere; un tempo era una piazza maestosa, la Piazza di Spagna, orgoglio della città che è stata totalmente rasa al suolo. Oggigiorno la Piazza è recintata per proteggere il complesso dell’attuale monarca Mohammed VI.

PIAZZA DEL FEDDAN

Ad ogni modo, è stata costruita una piazza molto simile in un’altra parte della città, a noi è sembrata molto bella e con una vista della Medina di Tetuan spettacolare, però, da come dicono gli abitanti della città, la piazza non ha lo stesso ambiente familiare e comunitario che aveva l’altra. La piazza ora si chiama Piazza del Feddan.


Tetouan, Marocco

LA MEDINA BIANCA DI TETOUAN

Addentrandoci nella Medina di Tetouan abbiamo iniziato a vedere che era piena di mercati lungo tutte le stradine, dividendosi per tipi di vendita; utensili di cucina, frutta, dolci (prezzo: 1kg 40 dirham circa), gioielli, scarpe, artigianeria di cuoio e molto, molto più. Abbiamo attraversato le diverse zone della Medina costruite in diversi secoli, caratterizzate da differenti tipi di architettura, anche se prevalevano le strade bianche di stile andaluso.

Entrando nella Medina siamo arrivati in un posto dove un gentilissimo signore scolpiva su lapidi con una bellissima calligrafia che ci ha fatto vedere delle foto di come era la Piazza di Spagna (attuale Piazza Hassan II) prima che fosse completamente cambiata.

CONCERIA DI TETOUAN

La famosa immagine che si vede in internet della conceria di Tetouan non ha nulla a che vedere con ciò che vedrete nella visita dell’attuale conceria della città. Le parole della nostra guida Moha sono state queste: “È schifoso e trascurato, da una parte perchè il governo non investe soldi e dall’altra perchè l’industria tradizionale di cuoi e pelli conciate a mano si stanno sostituendo per prodotti più economici proveniente dalla Cina”. In effetti era perlopiù trascurato e l’odore, come è normale in una qualsiasi conceria, era nauseabondo. C’erano macerie e spazzatura dappertutto e il luogo sembrava un posto abbandonato di un cantiere mai terminato. Un vero peccato.





CIMITERO HEBREO DI TETOUAN

Vicino alla conceria c’è il cimitero hebreo di Tetouan abbastanza esteso dove molti studenti vengono annualmente a studiare la storia delle persone sepolte, molte di queste persone sono di origine sefardita che arrivarono a Tetuán dalla Spagna a causa dell’espulsione degli ebrei nel 1942.

L’INFLUENZA SPAGNOLA A TETOUAN

Uscendo dalla Medina è possibile notare l’influenza spagnola della città. Tetuán fu la capitale del Protettorato Spagnolo fino al 1956. C’è una zona della città vicina alla Piazza di Spagna che è conosciuto come “Ensanche español”.



Infine, per concludere, noi siamo stati a Tetouan nel mese di marzo e lungo le strade non c’erano quasi turisti (almeno noi non ne abbiamo visti), praticamente eravamo gli unici a visitare la città. Se avete intenzione di fare un viaggio in Marocco e volete maggiori informazioni su altre città, potete dare un’occhiata e leggere altre entrate sul Marocco su Wander Lemon.

Tetouan: la città bianca tra le montagne del Rif
4.8 (96.92%) 13 votes
Tags from the story
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.