Asilah e la sua Medina bagnata dall’Atlantico

Asilah, chiamata anche Arzila o Assilah è una città della costa atlantica situata a pochi chilometri da Tangeri. E’ una località con un grande afusso turistico visto che la Medina storica, la vista e le spiagge che ofre fanno di Asilah un luogo magico e speciale.

La Medina, insieme al mare, le sue case bianche e azzurro indaco e le strette stradine vi faranno credere di trovarvi in un tipico paesino isolano. Le vie della Medina sono mediamente luminose e pulite. Il silenzio che regna, il particolare lastricato delle stradine, il colore bianco degli edifici con i suoi portoni azzurri trasmettono un senso di tranquillità.

La Medina ha diverse porte d’ingresso lungo il muro di cinta che la circonda. Le porte furono costruite dai portoghesi nel XV secolo, come la Porta Bab Homar. Una volta addentrati nella Medina, visitato i suoi tipici negozi e percorso le sue stradine, l’osservatorio di Asilah è una tappa obbligatoria. Salendo una piccola scalinata dove normalmente si possono ascoltare dei musicisti di strada, arriviamo all’osservatorio. Da qui sarà possibile godere di una vista delle spiagge della città e di un tramonto spettacolare che colora il mare ed il cielo di un rosso fuoco.

Proprio vicino all’osservatorio si trova un piccolissimo cimitero musulmano con delle tombe particolari fatte di ceramiche colorate. Questo piccolo cimitero, così particolare e fuori dal comune, ci ha sorpreso molto. Nei pressi del cimitero si trova il mausoleo di Sidi Ahmed El Mansur. Purtroppo non siamo potuti entrare perchè non era aperto al pubblico.

Potrete inoltre ammirare una particolarità unica: le pareti sono decorate da diferenti murales realizzati da artisti che provengono da tutto il mondo per partecipare all’ International Cultural Moussen of Asilah, Festival che si tiene dal 1978, dando così un tocco moderno e colorato alla città.

Un pomeriggio, decidemmo di fare una passeggiata intorno alla Medina uscendo dalla porta Bab Homar ci ritrovammo inaspettatamente lungo Zoco Ahfir, una lunghissima strada piena di negozi, bancarelle di dolci tipici e ristoranti.

Asilah è stata la nostra ultima meta prima di riprendere nuovamente il traghetto a Tangeri che ci avrebbe riportati in Spagna. Se volete ulteriori informazioni sul nostro viaggio nel nord del Marocco, vi invitiamo a dare un’occhiata ai nostri post sul Marocco sperando che possano invogliarvi a visitare questo Paese che vi incanterà per le sue innumerevoli e diferenti città, ognuna con la sua particolare magia.

Asilah e la sua Medina bagnata dall’Atlantico
4.5 (90%) 8 votes
Tags from the story
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.